LE CAUSE PRINCIPALE DEL MAL DI TESTA E L'EMICRANIA OFTALMICA

I diffeti ottici come miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia, quando non sono adeguatamente o impropriamente corretti da occhiali, lenti a contatto o chirurgia refrattiva, possono essere le cause più comuni del mal di testa.

Anche l'errato coordinamento tra i due occhi, è una comune causa di mal di testa.

Pressione alta dell'occhio, infiammazione della cornea, dell'iride, del corpo ciliare o del fondo dell'occhio, sono anch'esse cause relativamente frequenti di mal testa.

Una volta che le cause derivanti dagli occhi, sono state escluse dal proprio medico specialista in Oftalmologia, avvertire il proprio medico di famiglia è fondamentale, soprattutto nel caso in cui il mal di testa sono ricorrenti, persistenti o violenti.

Il medico di famiglia può aiutarvi e consigliarvi verso uno specialista per alcuni dei disturbi che possono essere causa di dolori di testa come, instabilità della pressione arteriosa o ormonali, parassiti dell'intestino e il consumo eccessivo di analgesici (medico generale), sinusiti (otorinolaringoiatria), disturbi dentali (dentista) e neurologici (neurologo).

Il mal di testa può essere causato anche da taluni additivi alimentari, da alcuni vini bianchi, dal cioccolato nero, formaggi erborinati o il glutammato presente in alcuni piatti asiatici, dal mangiare irregolare o insufficiente, dopo il rapporto sessuale, insonnia e stitichezza.

 

L'EMICRANIA OFTALMICA

L'emicrania oftalmica è una forma clinica dell'emicrania comune, dove i sintomi principali sono di natura visiva.

Si tratta di uno scompiglio circolatorio della zona visiva del cervello e del quale, il meccanismo esatto continua ad essere controverso. Tra le cause avanzate, la pressione arteriosa instabile ( di origine costituzionale, nervosa, ormonale, alimentare o farmacologica ) sembrerebbe la più plausibile.

I problemi visivi sono diversi. I più frequenti sono : visione come attraverso un vetro bagnato, immagini distorte, fluttuanti, linee geometriche più o meno luccicanti, rotte, colorate e simili ad un caleidoscopio. Macchia scura, ingrandendo gradualmente, moltitudine di punti, velo chiaro o scuro che copre increscendo parte o la totalità del campo visivo, ecc. Queste immagini anormali sono generalmente mobili, luccicanti di grandezza variabile e di frequente, si spostano fino alla periferia del campo visivo. Questi scompigli visivi sono visti generalmente in ambedue gli occhi, ( bisogna chiudere un occhio prima e poi l'altro per rendersi conto di questo fatto ) più o meno simmetrici, però succede anche da un occhio solo.

In generale, la durata di quest'alterazione visiva può durare da pochi secondi fino a 45 minuti.

Per lo più, queste alterazioni visive sono isolate e costituiscono l'unico sintomo dell'emicrania oftalmica. Possono però, essere precedute, accompagnate o seguite da una visione sdoppiata transitoria (raro), il cambio transitorio della grandezza della pupilla (raro), mal di testa, più o meno intenso, che può aumentare con movimenti della testa, aumento della sensibilità alla luce, vertigini, nausea, problemi di udito e di olfatto. Questi fenomeni accompagnatori possono durare da minuti a ore.

L'emicrania oftalmica può essere unica o multipla e si raggruppa in crisi più o meno distanziate che possono comprendere vari giorni. La frequenza media delle crisi e' di 3 a 6 volte all'anno.

L'emicrania oftalmica, descritta qui sopra, si considera benigna e richiede trattamenti casuali (controllo della pressione arteriosa e lo stato ormonale, evitare le cause alimentari : cioccolato, caffè, vino) e il trattamento possibilmente sintomatico : stendersi e assumere dei medicamenti anti-emicrania. (Se è necessario, consultare il medico di famiglia).

Le emicranie presenti in successione ripetitive di lunga durata, specialmente se sono accompagnate da scompiglio neurologici, richiedono la consultazione di in neurologo.

Utilizziamo cookie propri o di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione sul web. Se continui a navigare, consideriamo che accetti il loro uso.  Accettare  Maggiori informazioni